INTERVIEW: Josh Hamler / Shaman's Harvest

  • by admin
  • 3 Months ago
  • 0

Pubblicazione: Guitar Club Settembre 2017

SHAMAN’S HARVEST
JOSH HAMLER
Red Hands Black Deeds 

Testo di Francesco Sicheri
Foto di Adrienne Beacco

Nel 2014 Josh Hamler e i suoi Shaman’s Harvest hanno affrontato una delle sfide più difficili che una band possa incontrare sul proprio cammino, ovvero un tumore diagnosticato a Nathan Hunt, cantante della band. Superato l’ostacolo con sacrificio, e aiutati da grande spirito di gruppo, Hamler e la sua band si sono rimessi in pista con forza e determinazione, e quest’anno hanno pubblicato il loro sesto album in studio: Red Hands Black Deeds.

In attività dal 1999, fondati da Josh Hamler, Nathan Hunt e Matt Fisher, gli Shaman’s Harvest cavalcano i palchi di tutto il mondo al suono del rock più diretto e deciso, portando sulle proprie spalle la tradizione prodotta in terra statunitense. Black Hands Black Deeds, licenziato da Mascot Label Group, riporta la band sotto i riflettori della stampa, al suon di riff rocciosi e di un groove imponente, mostrando come i nostri siano assolutamente pronti per tornare a professare il verbo del rock ‘n’ roll dopo la pausa richiesta dal tumore alla gola che aveva colpito Hunt.

Superato il momento negativo, la band ha deciso di dare alle stampe un nuovo album, che rovista in ogni modo nella condizione sociale e politica statunitense, e che si fa largo a gran volume con una produzione fieramente analogica. Sotto la supervisione di Keith Armstrong, la band ha abbandonato completamente il mondo del digitale per un salto nel passato servito a dare ulteriore forza e coesione al progetto…

guitarset

  • facebook
  • googleplus
  • twitter
  • linkedin
  • linkedin
Previous «
Next »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *